• slide home2
     

slide home3

Seguici su

facebook log 64 linkedin log 64 twitter log 64 googlep log 64 youtube log 64

Iscriviti alla newsletter

Area assistenza

 

crm-home

mail spamicityLe tue newsletter o comunicazioni commerciali rivelano troppe poche letture rispetto a quelle che ti aspetteresti?

Prima di decretare che l'email marketing non è uno strumento valido, ti suggeriamo di eseguire un piccolo test che ti aiuterà ad analizzare tecnicamente la tua comunicazione.

Una delle motivazioni della scarsità di letture è infatti il numero basso di email che effettivamente arrivano nella cartella di posta in arrivo del provider di posta del destinatario rispetto a quante non riescono a varcare le barriere dei diversi controlli antispam. A causa dell'aumento sconsiderato di invii di comunicazioni non richieste,  negli ultimi anni le regole di classificazione dei messaggi in arrivo impostate nei server di posta  si sono inasprite. Sono nate pertanto una serie di regole di autenticazione e controllo dei server di invio  e/o del sistema di invio newsletter utilizzato per classificare un messaggio come "buono" o "spam", il tutto abbinato e delle best practice misurabili per il contenuto inviato. Ad ogni messaggio viene assegnato un punteggio chiamato "spamicity" che determina la bontà della newsletter.

Screen Shot 04 12 16 at 04.37 PM

Dai una chance al tuo messaggio di essere letto!

La spamicity è un valore che può essere al massimo 10 dove i punteggi più bassi identificano i messaggi considerati malevoli e 10 il messaggio perfetto. Il controllo prevede la valutazione di vari indicatori che vanno a costruire il punteggio assegnando eventuali voti negativi.

Di base, i server email sono settati su una spamicity=5 come valore discriminatorio fra le email da rifiutare e le email da accettare; intervengono poi altri fattori come l'appartenenza di un mittente a una whitelist o a una blacklist, particolari settaggi del server o del dominio del destinatario e la presenza di particolari parole nel messaggio che possono permettere o negare la ricezione del messaggio nella posta in arrivo indipendentemente dal valore di spamicity.

Solo se il tuo messaggio sarà recapitato nella posta in arrivo avrà la possibilità di essere aperto, letto o trovato interessante!

Quali sono gli indicatori considerati?

Nello specifico i parametri controllati riguardano

  • Il sistema di invio
    • La presenza di particolari record DNS autenticatori del server di invio
    • La catalogazione del server di invio tra quelli già segnalati in alcuni blacklist
    • La costruzione dell'intestazione del messaggio che deve rispettare gli standard delle email one to one anche se generato da sistemi automatizzati di invio email
  • Il messaggio realizzato
    • La percentuale di immagini contenute nell'email rispetto al testo
    • La presenza di errori nella costruzione dell'HTML del messaggio
    • La presenza nel messaggio di link non funzionanti
    • L'inserimento di una firma DKIM (DomainKeys Identified Mail)

Naturalmente tutti i parametri riguardanti il messaggio inviato possono essere controllati direttamente nella costruzione della newsletter; diverso discorso invece per i parametri riguardanti il sistema di invio e che coinvolgono sia il software di mass mailing sia il provider email di invio.

Cos'è la firma DKIM?
E' un sistema che associa un nome di dominio a un messaggio e-mail. In questo modo è possibile identificare una persona, un ruolo oppure una organizzazione come responsabile del messaggio.

Per poter far funzionare tale parametro occorre

  1. generare una chiave pubblica/privata in riferimento la vostro dominio di invio
  2. verificare col Vs provider la possibilità di inserimento di tale chiave e dei DNS corrispondenti nel Vs dominio e server di invio
  3. verificare la possibilità di inserimento della chiave nel software di invio newsletter (alternativa)

 

Come verifico la spamicity del mio messaggio?
Alcuni sistemi di invio mass mailing contengono un controller integrato, ma in assenza di questo sistema è comunque possibile verificare in rete il punteggio di spamicity prima di inviare alle liste grazie a vari tools online, tra cui indichiamo il gratuito www.mail-tester.com

Il suo funzionamento è molto semplice: all'apertura della pagina web, il tool propone una email temporanea da utilizzarsi per l'invio di un messaggio di prova. Dopo pochi secondi, cliccando sul bottone "poi controlla il tuo punteggio" il sistema avvia una scansione del messaggio arrivato assegnandogli il punteggio di spamicity ed indicando nella parte sottostante il punteggio assegnato a ciascun parametro e la motivazione.

Screen Shot 04 13 16 at 02.53 PM

Il risultato fornisce utili e chiare indicazioni per correggere il proprio messaggio, inviare informazioni tecniche al proprio provider per la configurazione di particolari DNS nel proprio dominio e, in casi estremi, per decidere di cambiare sistema di invio email.

Le probabilità di ricezione della tua email nelal posta in arrivo dei destinatari sono molto simpatiche e vanno dal "Non c'è alcuna ragione al mondo per cui qualcuno possa ricevere la tua email" al "Wow perfetta puoi inviare" passando per "Ritieniti fortunato se qualcuno leggerà la tua comunicazione" e "Niente male. La tua email è quasi perfetta".

Il vantaggio di www.mail-tester.com è che è un tool italiano, settato sulle richieste tecniche del territorio italiano e dalla più facile comprensione degli errori da correggere.

Usare uno spam tester ti dà la certezza di essere letto?
Come indicato in precedenza, gli spam tester effettuano un controllo tenico-formale delle caratteristiche della comunicazione, che non ha nulla a che vedere con l'appeal dell'oggetto, del testo successivo e della proposta delle tua email!

 

Iscriviti alla newsletter

Area assistenza

 

crm-home

Fatturazione elettronica PA

A partire da 70,00 € (per il primo anno) potrai:

  • emettere fatture elettroniche
  • firmarle digitalmente
  • inviare la fattura al SDI
  • gestire le notifiche
  • fare conservazione elttronica a norma

richiedi preventivo fatt PA

 

Check-up sito web

Con il nostro check-up gratuito avrai utili informazioni per comprendere se il tuo sito web è adeguato dal punto di vista normativo, tecnologico, di visualizzazione su nuovi dispositivi.

Richiedi ora il check-up gratuito del tuo sito web

cloud_maintenance_180

assistenza-onsite_180

newsmatic

 

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, per saperne di più vedi l'informativa estesa
Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.